google-site-verification=BpoF4Y_ffVMaAsH2M9X_e9MKwSxpRlE5ZJ0r8CWrHTo google-site-verification=pdAk6Gpq7ZK5qF9n8DFs0t80q9dXRLGAe8F395AiuHw

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Novena di 

Natale

Camminando verso Cristo    

"Ogni mistero di Dio e dell’uomo,

del tempo e dell’eternità,

visibile e invisibile,

del passato, de presente e del futuro,

lo si può comprendere

solo alla luce

del mistero di Cristo Gesù.

È Gesù la sola chiave che ci permette

di penetrare negli abissi

della verità di ogni realtà esistente"

Tutte le sere a partire dalle 17,45

Santo Rosario

Sarà offerta una

Meditazione su alcuni testi della Liturgia del giorno

durante il Santo Rosario.

Santa Messa (ore 18,30)

 

Spunti di meditazione:

  • Lunedì 16 Dicembre:  Con quale autorità fai queste cose?  

                                                       

                                                Gesù parla ed agisce con autorità. I capi del popolo

                                                vogliono sapere da dove viene a lui l’autorità di dire e di fare?

                                                La domanda non andava neanche posta. L’autorità di Gesù è

                                                attestata, rivelata dalla parola che si compie sotto i loro occhi.

                                               Nessuna parola opererà un miracolo immediato e visibile se

                                               non è Parola di Dio, proferita da un uomo di Dio, fedele ad

                                               ogni comando del suo Dio.

  • Martedì 17 Dicembre: Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo    

 

                                                 Con queste semplicissime notizie storiche, l’Evangelista

                                                 Matteo vuole insegnarci due altissime verità: in Gesù Cristo

                                                 si compiono le due promesse fatte da Dio ad Abramo, la prima,

                                                 e la seconda rivolta a Davide. [...] Leggendo l’Antico Testamento,

                                                 possiamo affermare che la promessa o il giuramento del Signore

                                                 è in tutto simile ad un sottilissimo filo che solo il Signore tesse

                                                 e solo Lui vigila e pone somma attenzione che non si spezzi.

                                                 Solo il Signore ha potuto fare che da Abramo a Davide non si

                                                 spezzasse e neanche da Davide alla Vergine di Nazaret. È questo

                                                 il grande miracolo della storia: su questo filo si sono abbattute

                                                 tutte le alluvioni dell’immoralità e dell’idolatria, della cattiveria

                                                 e della malvagità degli uomini, ma esso non si è spezzato.

                                                 È rimasto sempre intatto, giorno per giorno tessuto dal Signore.

  • Mercoledì 18 Dicembre: Si trovò incinta per opera dello Spirito Santo

                                                     La Vergine che concepisce, la Madre che rimane Vergine

                                                     in eterno, è il vero segno della presenza del nostro Dio

                                                     nella storia dell’umanità. Se noi crediamo nella sua Parola,

                                                     se il nostro Dio ha fatto un così grande prodigio, per noi,

                                                     per il nostro bene, per la nostra vita eterna, ci potrà mai

                                                     essere qualcosa che lui non potrà o non vorrà fare?

  • Giovedì 19 Dicembre:  Con lo spirito e la potenza di Elia

                      

                                                  Ogni Parola di Dio è profezia per noi. Noi conosciamo la

                                                  lettera della Parola, conosciamo parzialmente la verità

                                                  che è racchiusa nella Parola. Non conosciamo il compimento

                                                  storico di ogni Parola del Signore. Sempre dobbiamo ricordarci

                                                  che tra la profezia, la sua comprensione, il suo compimento

                                                  nella storia vi è la Sapienza eterna, divina, infinita, senza

                                                  misura dello Spirito Santo. A noi è chiesta la piena obbedienza

                                                  ad ogni comando contenuto nella Parola.

  • Venerdì 20 Dicembre:   Sarà grande e verrà chiamato Figlio dell'Altissimo

                                                   Dalla Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo,

                                                   nasce il Figlio dell’Altissimo, il suo Unigenito Eterno.

                                                   In lei si fa carne Il Verbo della vita, colui per mezzo del

                                                   quale ogni cosa è stata creata. Questa verità oggi non è

                                                   più negata, ma neanche più affermata. Viviamo in un tempo

                                                   dove non si negano le verità né di Dio né di Cristo Gesù né

                                                   dello Spirito Santo né della Chiesa né di altra realtà rivelata

                                                   dalla Scrittura Santa. Non c’è combattimento contro la

                                                   purissima fede che nasce dalla rivelazione. Oggi vi è una

                                                   tendenza ben diversa.

                                                   Si vive come se nulla fosse stato a noi rivelato.

  • Sabato 21 Dicembre:   Il bambino le sussultò nel grembo

                                                 Per l’alito di Maria si compie la Parola detta dall’Angelo a

                                                 Zaccaria, nel tempio. Da questo istante, chi vorrà essere

                                                 strumento di vera salvezza dovrà colmarsi di Spirito Santo

                                                 e trasformare il suo alito, la sua voce in veicolo attraverso

                                                 il quale lo Spirito Santo entra in ogni cuore per convertirlo

                                                 al Vangelo.

 

  • Domenica 22 Dicembre: E prese con sé la sua sposa.

                                                 

                                                    Né la Legge, né la Sapienza, né il Vangelo, né tutta la

                                                    Rivelazione e neanche tutta la Teologia possono indicare ad

                                                    un uomo l’obbedienza particolare al fine di realizzare il mistero                                                              scritto per lui. Perché ogni uomo conosca il suo mistero occorre

                                                    la rivelazione personale. [...] L’Angelo del Signore viene,

                                                    manifesta a Giuseppe qual è il volere del suo Signore e lui

                                                    subito obbedisce con piena donazione di tutto se stesso.

                                                    Ogni parola dell’Angelo per lui è legge da osservare per

                                                    tutti i giorni della sua vita. 

 

  • Lunedì 23 Dicembre:  Che sarà mai questo bambino?

                                                Spetta ad ogni singolo discepolo di Gesù mostrare al mondo

                                                la bellezza del suo nuovo essere. Lui è stato fatto da Cristo

                                                e dallo Spirito Santo per la mediazione apostolica nuova

                                                creatura. Deve sempre mostrare al mondo di essere nuova

                                                creatura. Se il mondo non vede la nuova creatura, mai potrà

                                                credere in Cristo Gesù. Gli mancano le opere di Cristo. Lo

                                                Spirito Santo scende nella storia, crea una cosa nuova. Entra

                                                con potenza nella vita di Elisabetta e di Zaccaria. Il mondo vede.

                                                Confessa l’opera di Dio. Si interroga: «Che sarà mai questo

                                                bambino?». Si chiede, perché ha visto la differenza tra i fatti

                                                che accompagnano questo bambino e la storia vissuta da tutti

                                                gli altri...

  • Martedì 24 Dicembre: Ci visiterà un sole che sorge dall'alto   

                                                  Il Cantico di Zaccaria è diverso da ogni altro canto. Il suo è

                                                  un canto profetico. Zaccaria vede il futuro e lo canta come

                                                  presente, come opera già compiuta: “Benedetto il Signore,

                                                  Dio d’Israele, perché ha visitato e redento il suo popolo, ...”.

                                                  Zaccaria vede il Messia e innalza a Dio un inno di benedizione

                                                  per questa grande salvezza e redenzione che Lui ha operato.

                                                  Sublime canto dello Spirito Santo. Nulla ancora esiste.

                                                  Il Messia non è ancora nato. Per lo Spirito Santo tutto è

                                                  già presente ed è come se tutto fosse stato compiuto. Questa

                                                  è la straordinaria novità di questo inno di benedizione e di lode.

                                                  È solo opera dello Spirito di Dio.

  • Mercoledì 25 Dicembre: Ecco, vi annuncio una grande gioia

                                                   Nell’Antico Testamento era il Signore il Creatore della gioia.

                                                   Oggi è Cristo Gesù il suo Creatore, nello Spirito Santo. Cristo

                                                   Gesù la crea attraverso il suo corpo, ma sempre nello Spirito

                                                   Santo.  Si è in Cristo, si vive con Cristo e per Cristo, ci si colma

                                                   di Spirito Santo, ogni membro del corpo di Cristo diviene

                                                   creatore di gioia, ma sempre in Cristo, con Cristo, per Cristo.

                                                   Se ci si separa da Cristo Gesù, sempre ci si separerà dallo

                                                   Spirito Santo, si diviene creatori di tristezza e di ogni lutto

                                                   fisico e spirituale. Ma quando siamo certi, sicuri di dimorare

                                                   in Cristo e nello Spirito Santo? Quando dimoriamo nella Parola

                                                   del Vangelo. Solo chi è piantato nel Vangelo diviene creatore

                                                   di gioia e di vera speranza. L’albero della pace è solo Cristo e

                                                   solo chi è in Cristo potrà produrre ogni frutto di bene per i suoi

                                                   fratelli. Oggi invece si vuole la pace e la gioia escludendo Cristo

                                                   Signore. La storia ogni giorno ci attesta il fallimento di questa via.

ORARI SANTE MESSE
(attualmente vigente)

Sante Messe Feriali:       19,00

                                             

                                           

Sante Messe Domenicali e Festive:

 

(Sabato sera e Vigilie)      19,00

(Domenica e Festività)     08,30

                                               10,00

                                               

                                               19,00

    CONTATTI

  Parrocchia Sacro Cuore di Gesù a Ponte Mammolo

Tel:   06-40.73.176/

06-42.91.71.19

 

  Via Casal de' Pazzi 88, 

00156 ROMA

 

  

SCRIVICI:

all right reserved - @ copyright 2017  Created by SaintSeyia78